Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mira. Un calcio alle slot machine.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

8

nov

2014

MIRA – Trenta associazioni hanno organizzato un “flash mob” contro il gioco d’azzardo

La manifestazione si terrà il 15 novembre: «Via le macchinette dai bar»

Un Flash Mob di fronte al municipio di Mira e nei bar contro il vizio del gioco. Coinvolte circa 30 associazioni di volontariato miresi. L’iniziativa si intitola «Un bar senza slot ha più spazio per le persone» e sabato 15 novembre vedrà coinvolte, come detto, numerose associazioni tra le quali l’Agesci Mira1 e 2, le Acli di Mira, l’Auser Peppino Impastato, Il Cif, Il Tribunale dei diritti del malato, la Cooperativa Olivotti, e la Lega Consumatori. L’obiettivo è quello di sensibilizzare la cittadinanza e gli stessi esercenti contro le nuove povertà e la dipendenza dal gioco d’azzardo a favore del gioco sano.

Nell’Asl 13 sono seguite circa una settantina di persone per ludopatia (il 66% sono uomini), il 10% delle quali già dipendenti da altre sostanze come l’alcol o la droga ma il fenomeno è in crescita considerato «se è vero che dalla cocaina si guarisce facendo a meno della droga – afferma il dott. Mauro Cibin dell’Asl 13 – dal gioco si guarisce rieducandosi all’uso corretto del denaro: non ci si può allontanare e fare a meno dei soldi in assoluto».

La manifestazione avrà inizio alle 10 a Mira, in piazza municipio, con i giochi di una volta e un Flash Mob, per spostarsi poi al Bar «La Griffe» (uno dei locali che hanno dato pieno appoggio all’iniziativa), per una colazione di gruppo. Nel pomeriggio il ritrovo è alle 14.30 a Piazza Mercato di Oriago, per riproporre i giochi di una volta e il Flash Mob, seguiti da un caffè in compagnia nella cicchetteria bar «Ea voja mata», pure in prima linea contro le slot.

Alle 16.30 nell’Auditorium della biblioteca di Oriago è in programma un incontro/conferenza sul tema «Ludopatia e azzardo», alla presenza di amministratori pubblici, operatori sanitari dell’Ulss 13, esponenti del mondo sociale ed economico.

«Sono previste – ha annunciato l’assessore alle Politiche Sociali Francesca Spolaor – anche testimonianze di persone che sono passate attraverso questa forma di dipendenza, che è purtroppo in forte crescita coinvolgendo un target di popolazione molto differenziato, dai giovani agli anziani, uomini e donne, minando spesso gli equilibri di tante famiglie, dal punto di vista economico e non solo».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui