Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Fosso’. Ecolando torna operativa.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

22

nov

2014

FOSSÒ – Sospiro di sollievo per i 60 lavoratori

Torna operativa l’Ecolando, dopo il dissequestro disposto dal Tribunale di Venezia. E anche per i titolari dell’azienda di rifiuti, Tiziano e Nicola Lando, è stato rimosso l’obbligo di dimora nel comune di Campolongo Maggiore. A deciderlo la giudice, Barbara Lancieri. Notizia positiva per i sessanta dipendenti dell’azienda con sede a Fossò, che hanno rischiato di perdere il posto di lavoro in seguito alle contestazioni mosse dalla Procura della Repubblica di Venezia a carico dei titolari, accusati di aver gestito un traffico di rifiuti illegalmente e anche di falso. Il dispositivo è scaturito dalle nuove linee guida predisposte dall’azienda di rifiuti con il determinante contributo del legale dei Lando, Stefano Marrone. Un documento che vincola l’azienda al rispetto dei parametri e delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di trattamento e smaltimento rifiuti.

(g.d.c.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui