Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

VIGONOVO «Gli argini dell’Idrovia e del fiume Brenta a Vigonovo sono in condizioni pietose abbiamo raccolto in 4 ore con una ventina di volontari , 4- 5 quintali di immondizia. Chiediamo a Regione e Veritas di intervenire in tempi rapidi per pulire quella che è diventata una vera e propria discarica a cielo aperto».

A denunciare la situazione ieri mattina è stato il comitato Brenta Sicuro che si è dato appuntamento sulla passerella dell’idrovia di Via Ariosto a Vigonovo, con una trentina di volontari di altre associazioni ( soprattutto Legambiente) provenienti da diverse parti del territorio del veneziano e del padovano in prevalenza però da Piovese e Riviera del Brenta.

Oltre ad aver pulito gli argini gli argini del fiume e del tratto di idrovia dopo una pulizia che era stata fatta a settembre, i volontari hanno anche filmato lo stato di abbandono dell’opera. I comitati così chiedono con forza il completamento dell’idrovia Padova Venezia, e ribadiscono la richiesta di essere presenti alla prossima conferenza servizi in Regione in cui si deciderà come procedere con l’opera e l’iter che sarà seguito.

(a.ab.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui