Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Continua la guerra tra i due comitati

Continua il botta e risposta fra il Comitato Bruno Marcato ed il Comitato Salvioli sul futuro degli ospedali. Il Salvioli stavolta interviene attraverso il coordinatore Aldo Tonolo. “Ci eravamo imposti di non polemizzare con il Comitato Bruno Marcato, convinti che la polemica non avrebbe prodotto niente di costruttivo per la nostra Ulss in quanto è evidente che il Comitato Marcato ha una conoscenza relativa dell’organizzazione ospedaliera e delle regole di programmazione regionale ma soprattutto perché è affetto da un campanilismo sfrenato”. Il comitato miranese torna sull’argomento del Punto Nascite. “La programmazione del Piano Socio Sanitario regionale 2012-2014 prevede un punto nascite unico in base ad un parametro oggettivo e cioè il superamento del limite dei 1000 parti anno, il Comitato Marcato propone di creare la Maternità Unica al 6° piano del monoblocco di Dolo, a prescindere dal fatto che a Dolo nascono in media solo 600-650 nati all’anno mentre a Mirano i parti sono da tempo sui 1.400 all’anno in naturale continuo aumento”. Tonolo sposta poi l’attenzione sulla sistemazione delle sale operatorie a Dolo. “Lo stessa astrazione dalla realtà vale per le 11 sale operatorie perfettamente a norma e funzionanti a Mirano: se ne devono costruire altrettante a Dolo per farne un ospedale chirurgico (per inciso a Dolo abbondano le specialità mediche) mentre Mirano deve essere un Ospedale medico. Una classificazione che non esiste da nessuna parte, un vero e proprio parto della fantasia dolese”. E prosegue…”Come Comitato Carlo Salvioli ci aspettiamo per Mirano l’inizio della costruzione, in sostanziale autofinanziamento, del De Carlo 3 futura sede della Maternità unica”. (L.Per.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui