Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Dal parco alberato del palazzo del Cinema al Lido che non c’è più alla sublagunare e alle grandi navi, l’ultima video-denuncia degli ambientalisti

“Salvare Venezia”, ecco il video del flash mob virtuale partecipativo lanciato da alcune associazioni ambientaliste, tra cui AmbienteVenezia. Si tratta di una video-denuncia preparata da Sergio Renier e da Massimo Rossi. Tre gli orari di lancio del video, che gli autori invitano a diramare con un effetto “virale” su internet: il primo alle 10, gli altri alle 16 e alle 22.

Il parco alberato del Palazzo del Cinema al Lido di Venezia che non c’è più. E poi tanti esempi della “devastazione ambientale” che minaccia la Laguna: grandi navi, Mose, Sublagunare, raddoppio della pista dell’aeroporto di Tessera, nuove città fantasma e altro ancora.

Una video-denuncia che arriva alla vigilia della presentazione da parte del sindaco Giorgio Orsoni domani nella sala consiliare della Municipalità Lido Pellestrina, della mostra sugli esiti del processo partecipativo per il Piano di recupero dell’area antistante il palazzo del Cinema e l’ex Casinò del Lido di Venezia.

Una curiosità: i titoli utilizzati nel video sono tutti presi dalle cronache del nostro quotidiano degli ultimi mesi

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui