Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Il premio 2013 è andato al reparto simbolo della lotta a difesa dell’Asl 13 Altri riconoscimenti a Francesco Minto, Erika Zanetti e Marco Bonato

MIRANO – Il Miranese dell’anno 2013? È un reparto ospedaliero. A vincere è infatti Cardiochirurgia. La preferenza espressa da quasi 200 miranesi attraverso le e-mail pervenute all’organizzazione, la dice lunga sulla mobilitazione in corso per salvare il reparto dell’ospedale. È la seconda volta che a vincere non è una persona in carne e ossa: la prima volta era toccato alle Suore Canossiane. I nomi dei vincitori sono stati pubblicati ieri dal ristorante 19 al Paradiso e dall’associazione “Incontri culturali culinari tra regioni”, che organizzano il premio da alcuni anni. Dopo Paolo Favaretto, il patron del Summer Festival vincitore del premio 2012, il riconoscimento va dunque alla Cardiochirurgia miranese, eccellenza del territorio. Diretta dal professor Alessandro Giacomin, ha una media di 235 interventi l’anno e assieme a Cardiologia costituisce il polo cardiovascolare di Mirano. Le recenti schede di dotazione ospedaliera ipotizzate dalla Regione ne avevano previsto la chiusura, sospesa dopo l’altolà della quinta commissione, ma il suo futuro rimane incerto. Quest’anno tuttavia sono diversi i miranesi premiati. Per la prima volta infatti gli organizzatori hanno previsto anche il premio “Mirano nel mondo”, per quel cittadino che abbia avuto il merito di esportare il nome del paese all’estero. Il riconoscimento non poteva che andare a Francesco Minto, classe 1987, terza linea della Benetton Rugby e nazionale. Minto è stato il secondo tra i più votati, dopo Cardiochirurgia. È impegnato anche nel sociale, aderendo alla onlus La Colonna a favore delle lesioni spinali. Molti voti sono arrivati anche a un’altra atleta miranese, la pluricampionessa di pattinaggio Erika Zanetti e per Marco Bonato, amministratore delegato del Gruppo Mac Consulting. Vicenda particolare la sua: da alcuni mesi sta lottano contro la malattia nella battaglia più importante della sua vita, facendo puntuali resoconti attraverso i social network della sua storia. Un “diario” che evidentemente ha colpito molti a Mirano. L’organizzazione ha invitato anche loro domenica 20 ottobre, quando al 19 al Paradiso di via Luneo verrà consegnato il premio con ospite illustre il produttore televisivo e ideatore di “Striscia la notizia” Antonio Ricci.

Filippo De Gaspari

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui