Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Preoccupazione nell’associazione Diabetici della Riviera del Brenta per le possibili conseguenze a carico dei malati di diabete – sono più di cinquemila in Riviera – in vista dell’attuazione del piano regionale della sanità.

Il presidente Giovanni Urso spiega: «Nel 2011 la Regione Veneto ha approvato una legge sul diabete diventata vanto e modello a livello nazionale perché completa e valida per venire incontro alle esigenze dei malati. A distanza di 2 anni questa legge viene stravolta con tagli e la dismissione dei centri antidiabetici, con grossi problemi per la cura dei malati».

Quali sono i rischi per il centro dolese? «Come evidenziato dal coordinatore regionale della Fand Giovanni Franchin la delibera della Giunta regionale veneta del 18 giugno scorso ha disposto un taglio netto alle strutture esistenti ed escluso la diabetologia dalle “schede di dotazione ospedaliera”.

Significa che le diabetologie saranno soppresse o esisteranno solo su volere dei Direttori Generali delle Ulss e dei Primari di Medicina».

(L.Per.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui