Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

NERVESA – L’Imu è troppo cara mentre l’edilizia è in crisi e alcuni vogliono che i loro terreni tornino agricoli.

Vi sono anche queste richieste tra le osservazioni al piano degli interventi del Comune di Nervesa, che dovrebbe essere adottato a primavera dopo l’approvazione prevista per fine anno.

Già a novembre del 2012 era sorto il caso di due anziani fratelli di Bavaria che vivono con la pensione sociale e che si erano trovati a pagare 1.800 euro di Imu per un campo di terra che usano per passeggiare al riparo dal traffico e la cui trasformazione in area edificabile è giunta senza loro richiesta. Ora però emergono anche altri casi.

«Dieci anni fa richieste del genere sarebbero state inimmaginabili» ha dichiarato pubblicamente il sindaco Fabio Vettori a margine della commissione urbanistica di giovedì 17 ottobre.

L’amministrazione comunale si impegna a risolvere il problema. «Riporteremo ad area agricola tutti i terreni per i quali ci sarà richiesto tranne casi particolari».

Gino Zangrando

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui