Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – 436 giorni per un appuntamento

DOLO – Si reca allo sportello per fissare una visita oculistica e solo dopo essersi recato all’ospedale, scopre che per quella visita dovrà attendere quattrocentotrentasei giorni dalla data di prenotazione. È questo quanto accaduto a G.C., un residente di Camponogara. All’uomo, il 13 maggio scorso, il medico prescrive una visita oculistica. Lo stesso giorno, si reca al distretto sanitario di Camponogara, dove attraverso il Cup fissa l’appuntamento per il 2 dicembre di quest’anno. Guardando bene l’impegnativa, però, G.C. si accorge che ha bisogno di un altro tipo di visita per la quale sarebbe anche esentato dal ticket vista la sua situazione clinica. Così torna al distretto e si fa fissare un nuovo appuntamento. Stavolta è per il 26 settembre alle ore 10, nella struttura di Villa Massari all’interno dell’ospedale di Dolo. L’uomo il 26 si presenta all’ospedale e, solo in quel momento, si sente dire dall’infermiera di aver sbagliato anno. L’appuntamento è sì per il 26 settembre, ma del 2014. Ben un anno e due mesi dopo la data di prenotazione della stessa.

«Ciò che mi lascia basito – dice G.C.- è che se andavo con un ticket a pagamento la visita si sarebbe tenuta il prossimo 2 dicembre; andando esente ticket devo aspettare quattrocentotrentasei giorni».

E rilancia: «Io non ce l’ho con gli operatori dell’ospedale, che stanno facendo il possibile per fare al meglio il proprio lavoro, ma con i politici regionali che parlano di tagliare le liste d’attesa ed invece la situazione è sempre più critica».

(Gdc)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui