Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

«Tutte le nostre di richieste di partecipazione e approfondimento sul tema dell’Alta Velocità sono definitivamente morte».

I No Tav hanno inscenato ieri, in Borgo San Giovanni, una «celebrazione funebre» per sottolineare la poca sensibilità dell’amministrazione comunale, opposizione compresa, nell’aprire un serio confronto sulla questione Tav Venezia – Trieste.

Nel volantino distribuito ai cittadini si sottolinea come ormai in consiglio comunale si sia formato un «partito unico pro-Tav».

«La probabile incapacità di sostenere un dibattito di merito – spiegano i promotori – ha reso necessaria una »tacita intesa” sulla scelta di porre l’attenzione sul tracciato meno impattante”.

Una discussione di merito – aggiungono – farebbe infatti emergere quanto questo progetto sia assurdo, illogico, ridicolo ma soprattutto inutile, dannoso ambientalmente e ingiustificabile economicamente”.

Analoga iniziativa verrà riproposta anche sabato prossimo.

(t.inf.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui