Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Pronti al flash mob sulla Romea.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

13

nov

2013

Si amplia il fronte dei contrari al progetto di autostrada a pagamento. Sabato scatta la protesta

MIRA – Comitati pronti alla protesta sulla statale 309 contro la realizzazione della Nuova Romea il cui progetto preliminare è stato approvato al Cipe. Sarà un flash mob promosso dai comitati “Opzione zero”.

«Ci troveremo nei pressi della rotonda Pansac» spiega il presidente Mattia Donadel «Una manifestazione che vuol essere una prima risposta alla Romea commerciale e poi anche un invito a mettere in sicurezza l’attuale Romea».

I comitati sono convinti che alla fine si propenderà per l’innesto a Roncoduro cioè in mezzo alla Riviera del Brenta.

«In un momento successivo» anticipa Donadel «non escludiamo manifestazioni di protesta sul Naviglio e sulla Brentana fra Dolo e Mira, nel punto in cui dovrebbe passare la Commerciale».

Intanto arrivano subito adesioni da parte dei partiti alla manifestazione. «Siamo pronti a scendere in strada con i comitati il 16 novembre» dicono il segretario di Sel di Mira Paolo Dalla Rocca e l’esponente Francesco Vendramin «Con i nostri militanti protesteremo contro il mostro della Romea commerciale. Siamo pronti a fare anche cortei sulla Romea a Mira e Campagna Lupia».

Sel fa anche un appello al Pd: si schieri come noi senza se e senza ma contro il cemento.

«Come i comitati e come il Movimento 5 stelle» spiegano gli esponenti di Sel «siamo pronti a organizzare presidi in strada per fermare quest’opera che devasterà il territorio. Chiediamo però anche alle altre forze politiche come il Pd della Riviera di seguire posizioni coerenti. Il Pd dica no ad un’opera che distruggerà l’ambiente».

Per i comitati e Sel la Romea commerciale è un’opera inutile, che non serve a niente visto che i dati del traffico commerciale dal 2008 con la crisi sono crollati di un 30%.

Per i comitati oltre al miliardo e mezzo di sconto fiscale, anche gli altri 8,5 miliardi che la Gefip Holding, società proponente capitanata dall’europarlamentare del Pdl Vito Bonsignore dovrebbe anticipare, finiranno per essere pagati dalla cittadini.

Critiche vanno ai sindaci di Pianiga Massimo Calzavara e di Dolo Maddalena Gottardo.

«Fanno ridere» attacca Vendramin «Dicono sì alla Romea commerciale ma solo nei comuni degli altri. Stiano tranquilli i loro cittadini. Nonostante i loro sindaci, lotteremo per fermare l’opera anche nel caso in cui si scegliesse l’innesto a Roncoduro».

Alessandro Abbadir

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui