Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRA – Elaborato dalla Regione

MIRA – Pubblicato in internet il progetto del sottopasso ciclopedonale di Borbiago elaborato dalla Regione. È visibile nel sito del Comune, ma preoccupano i costi: quasi un milione e mezzo di euro.

Nel giugno scorso la comunità di Borbiago, sostenuta anche dai “cugini” di Oriago, dal sindaco Alvise Maniero e dal parroco, ha espresso con una mega biciclettata la ferma richiesta di un sottopasso ciclopedonale nella nuova rotatoria in fase di realizzazione. A distanza di qualche mese la Regione ha presentato il progetto e l’assessore all’Urbanistica Luciano Claut l’ha pubblicato nel sito internet del Comune con tanto di relazione tecnica, valutazioni delle alternative e pure il conto economico. Un’opera che potrebbe costare circa un milione e quattrocento mila euro.

«Come gruppo dobbiamo esaminare nel dettaglio il progetto in questi giorni- spiega Davide Moressa portavoce del Comitato cittadino di Borbiago – e confrontarci anche con l’assessore Claut. A grandi linee sembra che l’ipotesi di progetto accolga tutte le nostre richieste, ma non nascondiamo la nostra preoccupazione per i costi. Per questo chiederemo uno sforzo sia alla Regione che al Comune, non possiamo permettere che la nuova rotatoria divida due realtà molto vicine come Borbiago e Oriago che hanno in comune scuole e cimitero».

I lavori per la nuova rotatoria e il completamento della bretella di collegamento tra il casello autostradale di Borbiago – Oriago e la Regionale 11 dovrebbero concludersi entro fine anno e rientrano tra le opere complementari al Passante. Il sottopasso è stato richiesto dai cittadini in corso d’opera, ha un iter e costi a sè e non rientrano nelle spese legate al Passante.

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui