Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Ancora sul piede di guerra il consigliere della Lega Nord Giovanni Fattoretto che critica alcune scelte della direzione dell’Asl 13.

«Un grande centro direzionale sfruttando gli spazi vuoti dell’ospedale di Noale, con i soldi della vendita di villa Massari? No.»

Da tempo Fattoretto si adopera per un utilizzo funzionale della vecchia struttura di villa Massari.

«La sede del Ospedale di Dolo presenta, con l’area del vecchio Ospedale di Villa Massari, spazi edificati, aree esterne con possibilità di ampliamento ben maggiori di quelle di Noale. Né in qualità di cittadino neppure in qualità di consigliere comunale sono d’accordo sul trasferimento di circa 200 dipendenti dall’ospedale di Dolo all’ospedale di Noale così come anticipato dal direttore generale dell’Ulss 13. Dolo e tutta la Riviera del Brenta ha già subito pesantissimi contraccolpi alla propria economia con la perdita del Tribunale, con la delocalizzazione di importanti industrie e con il sensibile ridimensionamento dello stesso ospedale. Decisioni non condivise con il territorio, come quella presa a tavolino, dal direttore generale certamente aggravano una situazione già difficile».

Lino Perini

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui