Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Manca la firma della Regione nell’accordo con l’Asl 13 per la realizzazione a Mira della nuova sede

MIRA – Nell’accordo sul nuovo distretto sanitario tra Asl e Comune di Mira manca la firma della Regione, il soggetto che dovrebbe finanziare i 2 milioni di euro necessari.

«Quando la precedente amministrazione ha siglato l’accordo evidentemente ha fatto i costi senza l’oste – commenta il sindaco Alvise Maniero – Comunque ho inviato l’accordo alla Conferenza dei sindaci dell’Asl 13, che non era conoscenza del documento e che dovrà valutare anche la proposta, se verrà formalizzata da Dolo. Penso che il nuovo distretto sanitario e la sua collocazione sarà argomento di discussione nella prossima riunione».

Tutto è avvenuto quasi per caso nell’ultimo incontro promosso dall’ex sindaco Roberto Marcato: Maniero ha illustrato l’accordo siglato dall’allora sindaco Carpinetti e dall’ex direttore dell’Asl 13 Orsini che prevedeva la realizzazione del nuovo distretto in via Toti con un prestito-finanziamento dalla Regione di 2 milioni di euro in attesa che l’Asl 13 alienasse villa Lenzi.

«Ma in questo accordo manca il soggetto principale – ha osservato il presidente della Conferenza dei sindaci Fabio Livieri – ossia la Regione».

Insomma la Regione non ha assunto alcun impegno formale per favorire la realizzazione del nuovo distretto.

«Chi per mesi ha urlato – commenta il sindaco Maniero – attribuendoci la responsabilità di non aver accelerato i tempi per il nuovo distretto, con il rischio che ora Dolo ne pretenda il trasferimento, aveva fatto i costi senza l’oste. Ci batteremo per tenere il distretto a Mira ma non possiamo accettare che ci vengano attribuite responsabilità altrui».

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui