Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Finalmente appaltati i lavori per la realizzazione del percorso ciclopedonale comprensivo della passerella a Porto Menai di Mira. I lavori dovrebbero concludersi nel 2014. L’annuncio è stato dato dalla stessa presidente della Provincia Francesca Zaccariotto durante la commissione lavori pubblici: «Ringrazio in particolare i consiglieri provinciali Renato Martin e Guerrino Palmarini nonché l’assessore provinciale Paolino D’Anna per la costante attenzione che hanno avuto nel seguire l’iter del progetto finalizzato ad un intervento molto atteso. Devo dire che questi risultati positivi siamo riusciti ad ottenerli grazie ad un costruttivo lavoro di squadra, e alle disponibilità a bilancio di risorse finanziarie per la realizzazione di nuove opere come da programma, nonostante i continui tagli dei trasferimenti centrali e il generale clima di incertezza che riguarda il destino dell’Ente».

Ad agosto la gara d’appalto per la realizzazione della pista ciclopedonale lungo l’argine del Novissimo comprensivo della passerella di Porto Menai tanto richiesta dai residenti era andata inaspettatamente deserta. «Finalmente siamo alla fine del lungo iter che dovrebbe concludersi entro il 2014 – affermano i consiglieri provinciali del Pd Martin e Palmarini. – Un lungo iter iniziato già nel 2008 con il protocollo d’intesa tra Provincia di Venezia e Comune di Mira e nel piano triennale delle opere pubbliche cui è seguita la progettazione con le varie soluzioni».

Il percorso ciclabile lungo il Nuovissimo e collegato al Naviglio Brenta che prevede anche la passerella sul Canale Taglio Novissimo in località Porto Menai all’altezza della Provinciale 22 costerà complessivamente 630 mila euro ed è finanziato in parte dalla Provincia con fondi propri 253 mila euro e in parte con la partecipazione della Provincia al bando promosso dal GAL Antico Dogado con fondi Europei all’interno di un programma di sviluppo rurale per il Veneto per 380 mila euro.

(l.gia.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui