Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

MEOLO – Via del mare, il Pd ha deciso di rivolgersi al Prefetto affinché blocchi il progetto in seguito alle vicende giudiziarie che hanno coinvolto le società promotrici. Non solo.

«Chiederemo a don Albino Bizzotto di venire a celebrare a Meolo una messa nella zona del casello autostradale per sottolineare con forza la sacralità del territorio e l’importanza della sua salvaguardia: un ulteriore “no” alla Via del mare” annuncia il segretario del Pd Giampiero Piovesan.

Il Partito democratico critica duramente le politiche della mobilità e delle infrastrutture nella regione negli ultimi vent’anni, indicandone gli effetti negativi nell’aumento attuale delle tariffe autostradali e nell’inefficienza del trasporto pubblico.

«Se la “Via del mare” verrà realizzata lo scenario sarà rappresentato da pedaggi salatissimi, viabilità locale intasata con conseguente diminuzione della sicurezza dei cittadini, qualità della vita in caduta libera – sostiene Piovesan -. Si tratta di un’opera inutile, sovradimensionata, devastante per le economie locali e per il territorio».

Il segretario del Pd chiede quindi alla Regione di realizzare un nuovo Piano dei Trasporti che potenzi il trasporto pubblico e abbandoni i progetti di finanza per la costruzione di altre “inutili autostrade”.

E.Fur.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui