Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Le linee essenziali del nuovo Pat di Mira presentato ieri in Provincia: consumo zero del territorio ma grande attenzione per riqualificazione dei centri urbani, al recupero delle aree dismesse, ai progetti che prevedono, all’interno dei centri, il miglioramento degli spazi pubblici e della qualità urbana. Questo quanto è stato illustrato al vicepresidente e assessore all’Urbanistica Mario Dalla Tor dall’assessore all’Urbanistica Luciano Claut che ha consegnato la “Carta dei contenuti strategici accompagnata dalle Linee guida del PAT.

“Ora si avvia una nuova fase – hanno commentato Maniero e Claut – che ci auguriamo possa portare in tempi rapidi all’approvazione definitiva di questo fondamentale documento di programmazione e di sviluppo sostenibile del territorio mirese”.

Il vecchio Pat era stato ritirato dall’amministrazione grillina che aveva presentato a ottobre in consiglio comunale le nuove Linee Guida.

“Il vecchio PRG – hanno commentato il sindaco e l’assessore – ci consegna quasi mezzo milione di metricubi residenziali non ancora realizzati e aree produttive-commerciali-direzionali inattuate, collocate in punti strategici ma ferme da anni a causa della crisi. Non ha alcun senso mettere altra carne al fuoco su un territorio che ha sofferto per decenni di espansioni raffazzonate”.

Le“linee guida” e la “Carta dei contenuti strategici dedicano invece maggiore attenzione al territorio con l’obiettivo di un “consumo zero di suolo”.

Il principio fondante del nuovo Pat è la riqualificazione della città esistente ed il recupero dei valori paesaggistici e ambientali.

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui