Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Ancora disservizi con l’orario cadenzato

QUARTO D’ALTINO – Corsa contro il tempo per arrivare al lavoro in orario, ma il treno della coincidenza parte in anticipo.
È ogni giorno un’avventura quella dei pendolari che prendono il regionale delle 5,45 del mattino da Quarto d’Altino per poi scendere a Mestre, al binario giardino, alle 6,04 e correre fino al binario 5 per salire sulla coincidenza delle 6,10 per Venezia.

«Giovedì scorso, come sempre, i pendolari sono scesi al binario giardino, sono passati per il sottopassaggio ferroviario e quando sono usciti si sono resi conto che il treno per Venezia era partito due minuti prima senza nessun avviso – spiega Luciano Ferro, portavoce del Comitato pendolari di Quarto d’Altino -. Una storia che sembra ripetersi quasi tutti i giorni, facendo perdere la coincidenza per Venezia».

Nonostante le promesse dell’assessore regionale Renato Chisso di valutare alcune delle richieste dei pendolari, l’orario cadenzato continua a non piacere ai pendolari della linea Trieste-Venezia. Il tema più discusso è quello del numero ridotto di treni nei giorni festivi, che crea disagi a chi fa i turni in ospedale o lavora nello spettacolo. La corsa delle 5,45, ad esempio, è prevista solo dal lunedì al venerdì. Il sabato il primo treno arriva a Venezia alle 6,50 e la domenica alle 7,20. Una protesta alla quale si sono uniti i pendolari che prendono il treno da San Donà di Piave.

Melody Fusaro

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui