Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Quasi 9mila chili di lampadine raccolte e riciclate nella provincia di Belluno. Sono i numeri di Ecolamp, consorzio senza scopo di lucro che si occupa del recupero delle sorgenti luminose a basso consumo. Nel 2013 la provincia bellunese ha raccolto, per la precisione, 8936 chili di materiale contribuendo a piazzare il Veneto al secondo posto della classifica nazionale di raccolta. A livello regionale il quantitativo di lampadine e sorgenti luminose raccolto è stato di 213 tonnellate con un incremento del 16% rispetto al 2012. Circa la metà, 111 tonnellate, è stata raccolta grazie al contributo dei cittadini privati che si sono recati nei centri di raccolta comunali assegnati al consorzio Ecolamp. Altre 119 tonnellate arrivano invece dagli installatori e dai professionisti del settore illuminotecnico. I rifiuti vengono poi trattati in modo da recuperare il 95% delle materie prime come plastica, vetro e metalli, impedendo la dispersione del mercurio nell’ambiente. «Ecolamp porta a casa un risultato eccellente anche nel 2013» spiega Fabrizio D’Amico, direttore generale del consorzio, «guardiamo con fiducia ai prossimi obiettivi».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui