Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Ultimo Parere per il via libera all’accordo di programma

VENEZIA. Anche l’ultimo tassello per la realizzazione della nuova fewrmata del tram a San Basilio è andata a posto.

Ieri la Giunta provinciale su proposta del vice presidente e assessore all’Urbanistica Mario Dalla Tor ha dato il via libera alla realizzazione della connessione del sistema tramviario della città di Venezia al nodo di San Basilio, in quanto di rilevante interesse pubblico, e quindi di procedere per l’approvazione dell’accordo di programma.

Il Comune di Venezia ha presentato la richiesta per il collegamento del tram esteso sino a San Basilio, con l’obiettivo principale di migliorare la mobilità e di attuare una riqualificazione significativa sia della parte urbana della città antica, sia della zona in cui oggi si sviluppa uno degli otto terminal passeggeri – quello che accoglie le navi da crociera di media grandezza, i mega yacht, le navi veloci, e gli uffici ad uso degli operatori portuali.

La Provincia di Venezia ha pertanto ritenuto opportuno promuovere l’accordo di programma con il Comune di Venezia e l’Autorità Portuale, che in sintesi prevede: il collegamento tranviario, la ristrutturazione e l’adeguamento funzionale del fabbricato 1-21-22 a San Basilio per realizzare un Terminal Intermodale in corrispondenza di una nuova fermata delle linee urbane di navigazione, con spazi commerciali e servizi all’interno dell’edificio.

Sono previste inoltre l’introduzione di un approdo per il Trasporto pubblico di Linea lagunare che consenta l’accosto anche di motobattelli foranei; la realizzazione di un nuovo terminal passeggeri a S. Marta, che occuperà indicativamente il sedime dell’ex fabbricato 14 e la realizzazione di un parcheggio; l’edificio sarà di 2.400 metri quadri di superficie lorda. Infine, il recupero del fabbricato a San Basilio, e il recupero o l’eventuale demolizione del fabbricato 3.

Nell’accordo è prevista la realizzazione di un ponte pedonale mobile di collegamento del molo di Levante con la banchina Ghiaia, che garantisca gli attuali transiti lungo il canale della Scomenzera; la realizzazione di un ampio parcheggio al molo di Levante; l’ adeguamento di uno dei due ponti di San Basilio in direzione Zattere per garantire l’accessibilità alle persone con ridotte capacità motorie; l’adeguamento delle destinazioni urbanistiche dell’area attualmente soggetta al Piano Urbanistico denominato PP5. L’obiettivo del Comune è ora quello di realizzare almeno una parte del terminal di San Basilio entro il 2015.

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui