Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

COMMERCIO – Il documento per l’abrogazione è passato a maggioranza e impegna la Giunta

Mozione del Consiglio comunale per una consultazione regionale

L’approvazione è avvenuta all’unanimità. Ed è un punto a favore di chi chiede da tempo la regolamentazione delle aperture domenicali. Così, ieri pomeriggio, il consiglio comunale, su proposta del consigliere Sebastiano Bonzio (Prc-Fds) ha votato congiuntamente una mozione collegata alla delibera del Nuovo regolamento del Commercio su Aree Pubbliche, nella quale si chiede al sindaco e alla giunta comunale di “invitare” la Regione Veneto ad approvare la richiesta di referendum abrogativo del comma 1 dell’articolo 3 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223 che prevede che le attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande siano svolte senza i limiti e le prescrizioni riguardanti il rispetto degli orari di apertura e di chiusura, l’obbligo della chiusura domenicale e festiva, nonché quello della mezza giornata di chiusura infrasettimanale dell’esercizio. Si tratta, sostanzialmente, di un atto formale e che in qualche modo andrà ad impegnare il Comune nel futuro per questa delicata vicenda e che ha diviso non solo i lavoratori e l’opinione pubblica.

«Si è trattato di un voto trasversale – sottolinea il consigliere Bonzio – che testimonia quanto sia estesa la consapevolezza del fallimento delle politiche di liberalizzazione selvaggia in materia di commercio. Un dato su tutti: queste politiche di sviluppo dei centri commerciali hanno di fatto contributo a svuotare i centri urbani e distruggendo il commercio di vicinato».

La mozione che diventa così atto ufficiale del Comune ora verrà spedita in Regione dove si sta discutendo da tempo la questione delle aperture domenicali dei centri commerciali con posizioni più o meno sfumate.

«Ora chiediamo con forza al Consiglio regionale di approvare la proposta di legge promossa dal consigliere regionale Fds-Prc Pietrangelo Pettenò, aggiungendosi così alla Regione Abruzzo che ha già approvato un’analoga norma contribuendo a raggiungere l’obiettivo delle 5 Regioni che possono promuovere la consultazione».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui