Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CALCROCI «Vogliamo più verde e meno cemento». È la richiesta dei residenti in un’assemblea al centro Auser in via Nuova.

«Nella variante al Piano degli Interventi – hanno spiegato i promotori – c’è un accordo per via 8 Marzo prevede: cessione al privato richiedente cubatura per circa 5000 mc (2 mega condomini) in cambio di una rotonda che verrebbe realizzata in Via Nuova, strada di competenza provinciale. Le conseguenze di questo accordo sono: una mega cementificazione, eliminazione dell’area verde destinata a parco, costi a carico della collettività per servizi futuri, nessun miglioramento ai problemi esistenti».

«Un altro accordo – ha detto per i residenti Maria Zagallo – è quello in via Sabbioni in cui si è prolungata l’area edificabile, con sbocco nel parcheggio pubblico, che così verrà trasformato in strada per l’uscita dall’intera lottizzazione. Dunque chiediamo al comune, se sia corretto e onesto togliere a chi ha pagato a suo tempo nel prezzo di acquisto degli immobili l’area destinata a verde pubblico di pertinenza della passata lottizzazione» .

(a.ab.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui