Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Promossi i cambi di orario sulla Adria-Mestre e l’inserimento di corse in autobus

Per rendere effettive le novità ora manca soltanto l’approvazione della Regione

PIOVE DI SACCO – Il vicesindaco Lucia Pizzo ha strappato una piattaforma di accordo alla direzione di Sistemi Territoriali per rivedere treni e orari della line Adria-Mestre e superare i disagi che il nuovo orario cadenzato ha portato soprattutto ai pendolari. Ora l’ultima parola, per avviare le modifiche all’orario, spetta all’assessore regionale alla Mobilità Renato Chisso. Ma c’è ottimismo per il buon esito della vertenza.

«Nel corso dell’ultimo incontro con Sistemi Territoriali, per cui erano presenti il presidente Gianmichele Gambato e il direttore Bruno Caleo, siamo arrivati a un’intesa per apportare alcune modifiche all’attuale orario», spiega il vicesindaco, «e stavolta era presente anche il sindaco di Adria. Si è trovata una soluzione condivisa proprio per andare incontro ai pendolari della città polesana. In particolare il treno che partiva da Piove alle 7.22 viene anticipato alle 7.16 così da arrivare a Mestre alle 7.52 e non più alle 8.04: per i pendolari di Adria e Cavarzere Sistemi Territoriali mette a disposizione un servizio di autobus per portarli fino a Piove e poter prendere questo treno. La base di partenza del confronto», sottolinea Pizzo, «è che comunque l’orario cadenzato non può essere stravolto, quindi possiamo ritenerci moderatamente soddisfatti».

L’accordo prevede altre novità: «Le partenze da Adria per Venezia delle 9.10 e delle 15.10 saranno garantite tutto l’anno e non solo nel periodo scolastico così come il treno in partenza da Venezia alle 13.19», illustra il vicesindaco, «mentre sul fronte dei festivi l’accordo prevede il ripristino del treno in partenza da Piove per Venezia delle 19.47 e quello di ritorno da Venezia alle 20.49. In questo caso, siccome quello che lo precede è alle 19.19, quindi con un’ora e mezza di buco, l’idea è di chiedere all’Actv di inserire un autobus in partenza da Venezia alle 20. È una richiesta che condividono e supportano con noi anche il Comune di Campolongo Maggiore e altri della Riviera. Mi auguro che l’Actv, che tra l’altro a Piove usufruisce del parcheggio all’ex foro boario, accolga questa istanza dal momento che ha già cancellato tutte le corse nei festivi e tutte quelle dopo le 19».

Per i treni c’è solo da sperare che la Regione approvi il nuovo piano. «Contiamo che una risposta possa giungere in tempi rapidi», conclude il vicesindaco di Piove, «anche perché il nuovo orario potrebbe essere applicato da marzo per il Carnevale di Venezia. Inoltre credo che Sistemi Territoriali possa recuperare con le soluzioni trovate nuovi abbonati».

Elena Livieri

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui