Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Eco-magazine.info – Blitz in A4: oggi non paghiamo!

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

21

feb

2014
Blitz in A4: OGGI NON PAGHIAMO!

 

“Abbiamo già dato, oggi non paghiamo”. Questo o slogan scelto per il blitz di oggi pomeriggio alla barriera di Villabona a Mestre, organizzato da comitati e gruppi che si oppongono al salasso tariffario che la società CAV ha introdotto dal primo gennaio e riconducibile al debito generato dal Passante di Mestre.

Per un’ora e mezza 150 attivisti hanno “liberalizzato” e mantenuti aperti tre varchi, consentendo ai molti utenti in uscita dall’autostrada A4 in direzione Mestre, di uscire senza pagare il pedaggio in piena sicurezza.

Un’azione forte e significativa quella di oggi, accompagnata da un’ingente opera di volantinaggio, per spiegare i trucchi e i misfatti che ruotano attorno alla vicenda Passante e causano gli spropositati aumenti delle tariffe.

Il caro-pedaggi è l’ultimo anello della catena debitoria legata alla realizzazione e alla gestione delle grandi opere, che non solo distruggono ambiente e  territori, ma succhiano soldi dalle casse pubbliche e dalle tasche dei cittadini, regalando miliardi di euro pubblici ai colossi e alle cricche del cemento. E al contempo si tagliano servizi pubblici essenziali come sanità, trasporti e scuole.

La farsa degli sconti promessi da governo e CAV – che prima aumentano del 300% e poi “scontano” del 20% e solo a determinate condizioni –  non basteranno a fermare la protesta né ad oscurarne propagandisticamente le ragioni.

Presenti, tra gli altri il Rivolta, il No Dal Molin, No Pedemontana, Lasciateci Respirare, Morion, Opzione Zero… per denunciare i veri “furbetti” di CAV, ANAS, Giunta regionale di Zaia e Chisso che usano il “debito fantasma” del Passante per spremere cittadini e lavoratori, che già devono fare i conti con la crisi. Mestre-Padova? Un euro può bastare!

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui