Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

NOALE – L’altro ieri affollata assemblea

NOALE – Si è concluso l’altra sera con la sala convegni dell’ospedale di Noale gremita di cittadini il lungo percorso – contrassegnato da proteste e polemiche – che ha portato l’azienda Cosmo all’ottenimento di tutte le autorizzazioni necessarie per lavorare in sicurezza, con l’investimento di notevoli risorse finanziarie in tecnologia che hanno permesso di elevare al massimo la salvaguardia dell’ambiente e del territorio. La ditta ha illustrato il percorso effettuato in questi anni. Per azzerare emissioni di polveri dal trattamento di materiali inerti e derivati, sono stati realizzati impianti di depolverizzazzione, impianti di aspirazione delle polveri e di filtrazione dell’aria, e un sistema di nebulizzazione. Tutto è stato realizzato sotto controllo di un laboratorio geotecnico che collabora con il Cnr.

La presentazione dell’azienda è stata fortemente voluta dall’amministrazione comunale e più precisamente dalla consulta per l’ambiente ed il territorio. L’assessore Renato Damiani è uscito soddisfatto dall’incontro, per la puntuale esposizione. Il direttore generale del Gruppo Cosmo, Lisa Spolador, ha sottolineato come il gruppo Cosmo dopo mezzo secolo di vita sia il frutto di un’infinita serie di tappe costellate dalla fatica e dall’impegno per il bene della famiglia. Una famiglia, la Cosmo, che è partita nel 1960 dal papà Gino e che ha sempre tenuto uniti gli otto fratelli. «Valori che il papà ci ha insegnato – ha aggiunto il presidente del Gruppo, Claudio Cosmo – che la nostra mamma ha sempre rafforzato e che anche oggi ci sostiene». Per il presidente il rispetto totale della persona è la linea guida che è sempre stata portata avanti da tutta la sua famiglia, così come l’attaccamento al territorio di Noale dove sono nati e cresciuti «e che ha generato in noi quelle radici robuste che ci tengono ancorati qui e che non intendiamo assolutamente tagliare».

Era presente anche il sindaco Michele Celeghin il quale, nonostante fosse quasi senza voce per i malanni di stagione, ha ribadito nel suo breve intervento «Avere aziende che investono come il Gruppo Cosmo significa avere occupazione e siamo grati a questa famiglia-azienda per tutti gli investimenti che ha fatto e che continua a fare nel campo della sicurezza ambientale e salvaguardia del territorio».

Luigi Bortolato

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui