Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CAMPAGNA LUPIA – Sicurezza idraulica nell’area sud della Riviera arrivano gli investimenti. Via libera in provincia alla ricalibratura della rete scolante di bonifica a servizio di 1750 ettari nei comuni di Campagna Lupia, Camponogara e Campolongo e al potenziamento dell’impianto idrovoro di Lova, e della botte a sifone sotto il canale Taglio Novissimo.

«Il progetto nasce – spiegano i tecnici provinciali – per affrontare le criticità idrauliche ed ambientali del bacino denominato “Settima Presa Superiore” che ha 4.050 ettari compresi tra nei comuni di Dolo, Mira, Campagna Lupia, Camponogara, Campolongo e Piove di Sacco; di questi attualmente 1.750 sono a scolo naturale e 2.300 con bonifica meccanica (bacino afferente all’idrovora di Lova)».

Le acque di scolo dei sottobacini defluiscono direttamente nella laguna di Venezia attraverso altrettante botti a sifone che passano sotto il canale Nuovissimo ».

Ci sarà con questo progetto il potenziamento dell’impianto di Lova di ulteriori 2,5 metri cubi al secondo rispetto all’attuale. Gli ulteriori interventi legati alla rete di bonifica generale (come la ricalibrazione corsi d’acqua) saranno affrontati in ulteriori stralci.

(a.ab.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui