Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Dopo la presa di posizione della Conferenza dei Sindaci che si è opposta alla realizzazione “in toto” della Romea Commerciale, cominciano ad arrivare dichiarazioni di sostegno.

«Dalle prese di posizione dei sindaci della Riviera sulla Orte – Mestre», spiega il consigliere comunale dolese, Giorgio Gei, «è evidente come essi siano ormai gli unici, insieme ai loro consigli comunali, in grado di difendere il territorio in quanto sono gli unici a viverlo. E proprio perché vivono la crisi economica nello svolgere la loro attività amministrativa si pongono dei dubbi sulla validità di un progetto vecchio. Ed è ancor più encomiabile la volontà di condividere con tutti i sindaci delle altre regioni interessate i dubbi e le critiche sull’ intera opera, per costruire un fronte comune. Ad altri livelli, Provincia e Regione si ostinano invece a portare avanti progetti superati dal tempo, dalla crisi economica, dalle indicazioni europee».

Gei sostiene e ribadisce poi la posizione dei sindaci. «Serve la messa in sicurezza della vecchia Romea in tempi brevi e certi», prosegue, «oltre ad investire e potenziare il trasporto su treno e su acqua».

(g.pir.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui