Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

«Il tentativo di coinvolgermi politicamente in una vergognosa bagarre non funziona».

L’ex sindaco, Walter Mescalchin, si dice amareggiato di essere stato citato più volte dall’assessore ai lavori pubblici, Paolo Nardo, nel suo discorso al consiglio comunale del 25 febbraio, quasi a scaricargli la responsabilità dell’edificabilità «incontrollata» su via Nuova dove si vuole oggi realizzare una nuova rotonda in un’area verde, suscitando la protesta dei cittadini.

«Non capisco perché – dice Mescalchin – questa Giunta scarichi le sue responsabilità sugli altri. Denota una mancanza di giustificazioni di quello che sta facendo. Sull’attuazione del Prgc adottato nel 1985 ed approvato nel 1987 rispondo io, per quanto approvato dal 2009 in poi, risponde la giunta Menin. I 18 accordi pubblico-privati e le variante fatti negli ultimi cinque anni hanno portato al risultato che oggi vediamo».

Mescalchin ribatte a Nardo e Menin: «Non sono disponibile a polemiche strumentali. Nardo dovrebbe rispondere per quello che sta facendo oggi. Io, da sindaco, ritenevo non necessario perseguire la strada della monetizzazione dell’edificabilità. Auguro, comunque, a Menin una buona campagna elettorale per una sua riconferma. Se comincia così, però, ha il fiato corto. Per quanto mi riguarda assicuro e preciso ancora una volta che non sarò candidato e non capisco perché e da chi sia stata annunciata la mia candidatura. Lo posso immaginare e ciò mi rattrista ulteriormente. Voglio anche comunicare la mia vicinanza ai cittadini del comitato di Calcroci e la solidarietà ad Antonella Zagallo»

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui