Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO «Proponiamo ai dirigenti del Pd a tutti i livelli un confronto nel merito sull’opportunità e necessità di realizzare l’autostrada Orte-Mestre. In assenza di un piano nazionale del traffico, il maggiore partito italiano ha il dovere di fermare l’iter dell’opera per approfondire e capire se è davvero questa l’opera che darà futuro all’Italia ».

Lo sostiene Fabrizio Destro, presidente Legambiente Riviera del Brenta, che lancia un appello ai vertici del Pd sul tema della Romea Commerciale.

«I territori e la popolazione non la vogliono», prosegue Destro, «gli elettori del Pd nemmeno. L’opera è inutile e dannosa, non soddisfa né le esigenze di trasporto, né le richieste dell’Europa, né le ragioni di sicurezza dei cittadini».

Viene poi ribadita la posizione di Legambiente Riviera del Brenta sulla Romea Commerciale che da sempre è contraria alla realizzazione dell’opera e chiede a grande voce la messa in sicurezza dell’attuale Romea.

«L’opera non è tra quelle ritenute strategiche dall’Europa », sostiene il presidente Fabrizio Destro, «il collegamento diretto tra Orte e Mestre non fa parte di alcuno dei “TEN-T Core Network Corridors”,ma della rete di interventi complementari alla rete “Core TEN-T”. La costruzione dell’autostrada a pedaggio non prevede nessuna messa in sicurezza dell’attuale Romea: non diminuirà il rischio di incidenti né il traffico».

Giacomo Piran

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui