Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Dolo. Pati, “bloccata” la procedura.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

22

mar

2014

Divergenze soprattutto sull’area vecchia dell’ospedale

DOLO – La Commissione urbanistica non ha approvato il nuovo strumento

I consiglieri di opposizione criticano duramente il piano: decine le osservazioni

POLEMICHE – Altra fumata nera per il Pati di Dolo. la Commissione urbanistica non l’ha ancora approvato

Altra fumata nera per il Pati di Dolo.
Ieri sera in sala consigliare del Municipio di Dolo il sindaco Gottardo ha presentato ai cittadini il piano di assetto del territorio intercomunale dei comuni di Dolo e Fiesso d’Artico.
All’incontro era presente, tra gli altri, l’urbanista Daniele Rallo della Venetoprogetti s.c. a cui è stato affidato l’incarico di redigere il nuovo strumento di pianificazione.
Giovedì la commissione urbanistica, riunitasi per discutere il nuovo strumento urbanistico, non ha ancora trovato un accordo per cui anche il quinto incontro si è concluso con un nulla di fatto.
Criticità al proposito sono state espresse dai consiglieri delle opposizioni, dai loro capogruppo e soprattutto dalla stessa maggioranza per nome dei leghisti Giovanni Fattoretto , presidente della commissione, e dal consigliere Mario Vescovi che hanno letto un circonstanziato documento elencante molteplici osservazioni e considerazioni tra cui anche la spinosa questione della parte vecchia del ospedale di Dolo, Villa Massari, che risulta oggetto di alienazione.
Un percorso, quello indicato dal sindaco, che non appare condiviso dunque tra tutte le forze politiche, maggioranza compresa.
E questo, in prospettiva, potrebbe rappresentare un ulteriore scoglio sulla strada dell’approvazione. Insomma la questione si presenta più spinosa di quanto si potesse pensare.
Al termine la commissione si è chiesta se esisteva l’opportunità di illustrare ai cittadini il tipo di progettualità del PATI considerato che i lavori della commissione non sono ancora conclusi.
Saranno ripresi giovedì 3 aprile non essendo stati accettati dal capogruppo del Pd Alberto Polo incontri programmati già anticipati dall’assessore all’urbanistica Elisabetta Ballin.

Lino Perini

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui