Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mirano. Un parco al posto della discarica

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

1

apr

2014

GAZZETTINO – MIRANO Partiti i lavori a Ca’ Perale: nella nuova area verde anche una collinetta

Previsto anche un piccolo bosco per tutelare la fauna

Nel 2015 Mirano avrà una nuova area verde, passi importanti sono stati compiuti nel progetto di ricomposizione ambientale dell’ex discarica di Cà Perale. L’area in questione si trova in via Taglio ed è ben nota a molti miranesi perché per otto anni, tra il 1988 e il 1996, ha ospitato una grande discarica attiva per tutto il Miranese e la Riviera dove sono stati stoccate oltre 400mila tonnellate di rifiuti solidi urbani. L’ipotesi di realizzare un parco urbano è stata subito scartata vista la vicinanza dell’autostrada: l’amministrazione, dopo aver accolto i pareri e le proposte dei cittadini nel corso di un’assemblea pubblica, ha scelto di realizzare un bosco nel perimetro dell’area e un grande prato fiorito nella collina centrale. Un importante polmone verde, dunque, sorgerà in una vasta area grande circa sei ettari. I lavori sono a buon punto, l’anno scorso è stata completata la fase di messa in sicurezza e nei prossimi mesi partirà l’intervento per realizzare l’area boscata, importante opera di mitigazione per il passante di Mestre.

«Questa riqualificazione ambientale è doverosa visti i notevoli disagi causati dalla discarica nei decenni scorsi. L’obiettivo è creare un’area che sia anche di rifugio per la fauna» sottolinea l’assessore all’Ambiente del Comune di Mirano, Federico Vianello. Sul sito internet del Comune è stata creata una dettagliata sezione con storia della discarica, osservazioni pervenute, stato del progetto e documentazione fotografica. L’intervento è seguito da Veritas, nelle prossime settimane Federico Vianello incontrerà il direttore dei lavori assieme al responsabile dell’Ufficio Ambiente, per definire modalità e tempi certi dell’ultima fase. La preparazione del terreno verrà fatta entro l’estate, per poi seminare e piantumare in autunno.

Intanto proprio in queste settimane i tecnici di Veritas e il Comune di Spinea hanno finalmente avviato l’intervento che porterà alla bonifica delle cave di Luneo, dove si trovava un’altra discarica al centro di molte polemiche.

Gabriele Pipia

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui