Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

«L’assessore regionale alla mobilità Renato Chisso non può sottovalutare le richieste dei pendolari del servizio ferroviario della stazione di Preganziol. La petizione sulla richiesta dell’adeguamento degli orari dei treni è stata sottoscritta da ben 1200 cittadini».

La dura critica parte dal sindaco di Preganziol Sergio Marton e dall’assessore Roberto Zamberlan. Marton va giù duro nei confronti di Chisso: «Ho chiesto più volte di incontrarmi con l’assessore regionale alla mobilità tramite il suo capo ufficio per far presenti i problemi del trasporto ferroviario che riguardano Preganziol. Sono ancora in attesa di un riscontro positivo. Le risposte evasive di Chisso sul trasporto ferroviario non ci soddisfano affatto. Nei prossimi giorni ho chiesto e ottenuto di incontrarmi anche con il presidente della Regione Luca Zaia».

Marton fa presente che il problema degli orari dei treni è iniziato molto prima dell’entrata in vigore dell’orario cadenzato del 15 settembre.

«La nostra richiesta di fondo -aggiunge Marton- era e resta quella che i treni che fermano a Mogliano facciano altrettanto alla stazione di Preganziol a beneficio dei nostri pendolari».

Un utente del servizio ferroviario è l’assessore alla cultura Roberto Zamberlan: «Senza ulteriori indecisioni e rinvii da parte di Trenitalia devono essere rivisti parecchi orari. Ricordo che solo i treni regionali fermano alla stazione di San Trovaso di Preganziol. Non è certo questo il servizio che l’utenza si aspettava dalla tanto decantata Metropolitana leggera di superficie (servizio che prevedeva un treno ogni quarto d’ora della tratta Treviso-Venezia, ndr). Da risolvere subito è anche il buco di alcuni orari. L’ultimo treno che parte da Venezia e ferma a Preganziol è alle 21.15. Questo mette in grave difficoltà i pendolari che lavorano negli alberghi e nei locali pubblici, oltre ai numerosi turisti che pernottano nelle strutture alberghiere di Preganziol».

Nello Duprè

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui