Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Vallone Moranzani ecco altri 16 milioni

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

10

apr

2014

MALCONTENTA – Interventi per viabilità e messa in sicurezza idraulica pronti tra il 2014 e il 2015

L’assessore Chisso: «Per i problemi con Terna presto una soluzione»

Il Vallone Moranzani va avanti nonostante l’opposizione (non nelle intenzioni ma nei fatti) di Terna. Per il progetto, che prevede la costruzione di una grande discarica dove sistemare i fanghi inquinati scavati nei canali industriali della laguna e tutta una serie di interventi a favore della popolazione di Malcontenta, «sono stati destinati altri 16 milioni di euro», spiega l’assessore regionale alle Infrastrutture Renato Chisso: «Le opere di compensazione per i cittadini, quindi, vanno avanti e molti interventi saranno pronti parte entro quest’anno e parte entro il 2015».
E Terna che continua a non voler sentir parlare di scorporare l’interramento dei tre elettrodotti di Fusina dal nuovo progetto, che porterà a termine nelle prossime settimane, per la nuova linea aerea Dolo-Camin?
«Sono convinto che anche su questo problema, sul quale è evidente l’allineamento istituzionale con Comune e Provincia nel richiedere lo stralcio della parte relativa al Moranzani, una soluzione si troverà».
Terna, che deve presentare un nuovo progetto perché il primo per “Dolo-Camin” è stato bocciato dal Tar in seguito al ricorso di un privato, oltre a non voler dividere i due interventi, pare che metta in discussione pure l’interramento dell’elettrodotto più grande di Fusina, quello da 380 chilowattora, garantendo solo gli altri due. Se si devono aspettare tutte le autorizzazioni necessarie al nuovo progetto per far partire anche i lavori agli elettrodotti del Moranzani, si rischia di andare fuori tempo massimo perché i fanghi da qualche parte bisogna pur metterli e nel frattempo salta la sostenibilità economica dell’operazione; inoltre l’interramento dei soli due elettrodotti minori, qualche problema lo creerà anche se i tecnici di Terna (società controllata dal Tesoro) hanno detto che la cosa non impedirà la realizzazione della discarica.
«Ripeto che una soluzione la troveremo di certo – dice Chisso -. D’altro canto la Regione ha sempre dimostrato che su questo progetto crede moltissimo e non si è mai tirata indietro. Quindi faremo tutto ciò che è in nostro potere, anche assieme all’assessorato all’Ambiente del Comune».
E gli interventi in programma?
«Sono sulla viabilità e la sistemazione idraulica – spiega Giovanni Artico, responsabile del coordinamento delle attività di realizzazione dell’accordo -. Parlo dell’adeguamento di via dell’Elettronica (il cui primo stralcio è già finito) con allargamento a quattro corsie di marcia, costruzione di tre rotonde e rinnovo del raccordo ferroviario; poi ci sono il collegamento diretto tra via dell’Elettricità e la Regionale 11, e un nuovo svincolo a diamante per il nodo di Malcontenta. E, quanto all’idraulica, si tratta del collegamento dei fossi Fondi a Sud-Fondi a Est, altri due stralci di fosso in via Moranzani e del parco di Malcontenta per mettere in sicurezza tutto quel territorio».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui