Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO. I sindaci Maddalena Gottardo (Dolo) e Maria Rosa Pavanello (Mirano) hanno inviato ieri una lettera alla Regione per avere precise garanzie sul futuro dell’Asl 13. La proposta di scrivere una lettera da parte dei due sindaci è stata discussa mercoledì durante la commissione sanità di Dolo ottenendo l’appoggio dei commissari. Nella lettera i due sindaci hanno chiesto anche un incontro urgente con Leonardo Padrin, presidente della V Commissione regionale sanità.

«Questa richiesta», ha precisato il sindaco Gottardo, «è una conseguenza delle forti preoccupazioni emerse durante la riunione della conferenza dei sindaci nella quale è stato presentato l’atto aziendale e si è discusso del futuro dell’Asl 13». Dolo e Mirano unite per la salvaguardia e la tutela dell’Asl 13. «Con Maria Rosa Pavanello abbiamo voluto dare un segnale di forte unità», conclude Gottardo, «una spaccatura tra Mirano e Dolo porterebbe inevitabilmente al tracollo degli ospedali. Ecco perché vogliamo fare sentire in Regione la somma delle nostre due voci: per avere tutta la forza e tutto il rispetto che le nostre comunità e le nostre strutture ospedaliere meritano».

Giacomo Piran

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui