Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

sul pati di DOLO

DOLO «Stiamo seguendo il dibattito comunale sul Pati con apprensione perché non sembra avere gli obiettivi di difesa dell’ambiente necessari a questo territorio ». Lo sostiene Legambiente Riviera del Brenta in una lunga nota pubblicata nel proprio sito internet e profilo Facebook. L’associazione chiede al comune di Dolo un cambiamento. «È ora di procedere con una svolta radicale rispetto alle politiche passate», si legge nella nota, «che vedevano nell’edificazione generalizzata la soluzione dei problemi economici e amministrativi. Vogliamo denunciare l’aumento delle cubature residenziali e produttive, non supportato da credibili previsioni di crescita della popolazione. Si cementificheranno altre quote consistenti di aree agricole producendo un grave danno al settore e minacciano la biodiversità fino a portare alla sparizione di alcune specie autoctone ». Chiarisce: «Manca una visione strategica del sistema dei servizi alla popolazione finalizzata a ridurre l’uso dell’auto, del tema del verde pubblico e di idee per rendere quest’area un luogo di pregio storico e paesaggistico anche nelle prospettive del suo sviluppo turistico».

(g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui