Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Immediata contro-lettera al Prefetto Domenico Cuttaia a firma del capogruppo di “Per Dolo, Cuore della Riviera” Alberto Polo sulle commissioni comunali dolesi. Polo fa riferimento alla missiva del sindaco Gottardo. «Preme precisare alcuni aspetti, a nostro giudizio, volutamente travisati dal Sindaco di Dolo, e pertanto non corrispondenti, nella forma e nel merito ai fatti accaduti – scrive Polo – Il Gruppo “Per Dolo, Cuore della Riviera” contava già due componenti per ogni Commissione permanente, ad esclusione delle commissioni Lavori Pubblici e Cultura, dove ne era presente uno solo. Nella nostra comunicazione inviata al Sindaco il 16 aprile ci riservavamo di completare le indicazioni con gli ultimi due nominativi in quanto, da un’analisi giuridica, emergevano dubbi sulla rappresentanza del Gruppo Misto, non ammissibile ad essere riconosciuto “Gruppo Consiliare”, per difetto della composizione minima di tre consiglieri comunali, come previsto dal Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale. Si chiedevano ufficialmente chiarimenti al Segretario Comunale e solo dopo una risposta ufficiale, mai pervenuta, avremmo indicato al sindaco i nominativi eventualmente mancanti». Il capogruppo critica: «Il sindaco vorrebbe privare l’esercizio delle funzioni istituzionali attraverso il ricorso giustificativo dell’impossibilità ad adempiere a scadenze, peraltro alcune da tempo ragionevolmente programmabili (Rendiconto di Bilancio), altre assolutamente prive di termine (Pati), in assenza di una nuova composizione delle Commissioni Consiliari permanenti. Un eccesso di potere».

(L.Per.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui