Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mirano. Ospedale, si paghera’ il parcheggio.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

26

apr

2014

MIRANO – Il sindaco Pavanello: «È l’unico modo per eliminare gli abusivi»

La presenza dei vigilantes non è bastata per risolvere l’annoso problema

«Per risolvere in modo definitivo il problema dei posteggiatori abusivi, l’unica soluzione è mettere i parcheggi a pagamento». Maria Rosa Pavanello si è convinta, il sindaco di Mirano fa capire che nei prossimi mesi potrebbero esserci importanti novità almeno per quanto riguarda il park dell’ospedale. L’idea è quella di trasformare quei parcheggi gratuiti in stalli a pagamento, seppur a prezzi molto bassi, per impedire agli abusivi di «gestire» i parcheggi importunando continuamente gli automobilisti. «A Mestre hanno già scelto questa soluzione, l’unica che permette un controllo stabile e definitivo» sottolinea Pavanello. A metà aprile il sindaco ha incontrato il direttore generale dell’Ulss 13, Gino Gumirato, per discutere del problema e valutare la possibilità dei parcheggi a pagamento. La situazione è nota: da almeno tre anni un nutrito gruppo di giovani extracomunitari si piazza nei principali parcheggi di Mirano (soprattutto all’ospedale, in piazzale Tessier e in via Colombo) per indicare agli automobilisti i parcheggi liberi, chiedendo poi qualche moneta in cambio. «Si agitano, si sbracciano, corrono, e spesso importunano» sbottano i miranesi. L’amministrazione ha tentato di rivolvere il problema assumendo cinque disoccupati da far lavorare per 20 ore a settimana come vigilanti nei parcheggi, ma non basta: queste persone lavorano da lunedì a venerdì, nel weekend gli abusivi tornano a far da padroni. Negli ultimi giorni di festa molte proteste si sono sollevate soprattutto in Piazzale Tessier, noto come «parcheggio da Plinio», a due passi dalla piazza. «Fondi ulteriori per potenziare i controlli dei parcheggi non ce ne sono – dichiara il sindaco -. Metterli a pagamento? Ci sto pensando eccome, ma ai miranesi andrebbe bene? Serve condivisione». L’ipotesi è concreta soprattutto per l’ospedale, sia all’ingresso nuovo che a quello vecchio, dove Comune e Ulss hanno valutato anche l’installazione di una sbarra. L’amministrazione prevede inoltre la realizzazione di nuovi posti-auto all’ingresso nuovo, giudicando insufficienti quelli attuali. Parcheggi a pagamento arriveranno anche nel primo tratto di via Gramsci, per garantire maggior fluidità davanti a bar e negozi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui