Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Noale. Mattinata di passione sulla linea Venezia-Bassano per i pendolari di una ventina di convogli, arrivati a destinazione fino a mezz’ora dopo

NOALE. Altra giornata di passione per chi era in viaggio in treno sulla Venezia-Castelfranco-Bassano. Ieri, poco prima delle 7, a un passo dall’inizio dell’ora di punta, si è verificato un guasto al passaggio a livello tra Noale e Maerne, provocando ritardi anche di mezzora e due regionali cancellati.

Per la riparazione ci sono volute circa due ore ma poi, a cascata, i disagi sono andati avanti per tutta la mattina. Il bilancio delle Ferrovie parla di 18 treni interessati, di cui due cancellati.

Inutile raccontare la rabbia dei pendolari di Noale, Salzano, Maerne e Spinea, anche perché, in queste ultime settimane, tra sbarre abbattute e altri inconvenienti, di problemi se n’è registrato più d’uno. E così si sono viste le stesse scene delle ultime settimane: facce scure, pendolari costretti a rimandare l’ingresso in ufficio o cambiare i programmi di spostamento, studenti in aula diversi minuti dopo l’inizio previsto, persone che hanno chiesto passaggi in auto. Sul posto i tecnici di Rete ferroviaria italiana (Rfi) hanno cercato di ripristinare il guasto quanto prima.

Tutto è iniziato alle 6.50, quand’è arrivata la notizia del danno. A saltare sono stati i due treni che collegano Venezia a Noale; nel primo caso è stato tolto il regionale 5772 da Santa Lucia delle 7.54 e, viceversa, il 5775 delle 8.43. I primi rallentamenti li ha subiti il treno 5706 da Venezia a Bassano, arrivato a destinazione con tredici minuti di ritardo.

I problemi maggiori sono stati per i treni numero 5710 delle 7.56 da Venezia a Bassano (31 minuti finali di ritardo), il 5711 da Castelfranco (in partenza alle 8.04) a Santa Lucia (ritardo di 29 minuti), il 5709 da Bassano a Venezia delle 7.25 (ritardo di 28 minuti), il 5717 da Bassano a Venezia delle 9.25, partito dalla città vicentina con 22 minuti di ritardo che ha mantenuto fino a Santa Lucia. Ventuno minuti dopo, invece, li ha accumulati il regionale 5714 da Venezia (ore 8.56) a Bassano e il 5722, stesso percorso, delle 10.56. Gli altri convogli hanno registrato ritardi entro i 15 minuti; per il Castelfranco-Venezia, in partenza alle 7.04 è arrivato dopo 14 minuti, il percorso inverso delle 7.26 con 13 minuti, i treni da Bassano a Venezia delle 8.25 e delle 10.25 rispettivamente con 16 e 14 minuti. Da Santa Lucia, invece, 9 minuti per il 5717 delle 9.56.

E poi, da Castelfranco a Venezia, quello in partenza alle 9.04 con 8 minuti e quello delle 10.04 con 13 minuti. Viceversa, da Santa Lucia, i regionali delle 8.26 e delle 9.26 hanno viaggiato con 11 minuti di ritardo.

Alessandro Ragazzo

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui