Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Centodiciassette proprietari preoccupati dal passaggio della superstrada Guidolin: porterò i loro dubbi in Consiglio. Perin: ascolteremo le osservazioni

VEDELAGO. 117 espropri per realizzare la Pedemontana, parte la rivolta e il caso finisce in consiglio comunale. Il progetto relativo alla Superstrada Pedemontana Veneta coinvolge in larga parte anche i vedelaghesi. Da qualche settimana sono state aperte le pratiche per l’avvio degli espropri dei terreni interessati dal passaggio della nuova arteria (zona nord del territorio comunale). Sono 117.

Di questo si è discusso durante un incontro organizzato il 17 aprile scorso in paese dal Coordinamento Veneto Pedemontana Alternativa e dall’associazione Fattore Z che si battono per una revisione del progetto della Pedemontana.

E di superstrada veneta si è stato discusso anche in consiglio comunale martedì scorso. Alessia Guidolin, del gruppo Pdl, è intervenuta sottolineando come non vi fossero rappresentanti dell’amministrazione all’incontro con gli espropriandi. «Leggendo il consuntivo, si dice che l’attività espropriativa delle aree è iniziata nel mese di aprile», ha notato Guidolin, « e che il commissario avrebbe concordato il miglioramento di alcune parti del progetto definitivo. In cosa consistono questi miglioramenti?». Guidolin ha chiesto la convocazione di un consiglio comunale sul tema Pedemontana. «Molti cittadini cui saranno espropriati terreni», aggiunge Alessia Guidolin, «hanno lamentato la scarsità d’informazione in merito». Della Pedemontana Veneta si sta occupando il vicesindaco Marco Perin. «L’incontro a cui non abbiamo partecipato era organizzato da associazioni che si battono contro la Pedemontana», replica Perin, «noi invece siamo favorevoli, non la vogliamo contrastare, ma spiegare. Per questo non abbiamo partecipato. Stiamo studiando e approfondendo il progetto definitivo dell’opera. Stiamo raccogliendo le osservazioni dei cittadini cui saranno espropriati terreni. Una volta raccolte, ce ne faremo carico portandole a Veneto Strade e cercando delle soluzioni. Va detto che al momento sono partite le procedure di esproprio. È stato comunicato ai cittadini che saranno fatti gli espropri, ma l’attuazione avverrà tra settembre ed ottobre da quanto ci dice Veneto Strade. Ci sarà il tempo per raccogliere tutte le osservazioni nel frattempo».

Daniele Quarello

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui