Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Montebelluna. Ecco un nuovo treno da Padova

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

4

mag

2014

MONTEBELLUNA – Il servizio avrà inizio il 18 maggio, con partenza alle 22.46

MONTEBELLUNA – (L.Bel.) Dal 18 maggio entrerà in servizio un nuovo treno regionale, che partirà da Padova alle 22.46 e arriverà a Montebelluna alle 23.30. Fino al 7 giugno, nella tratta Padova – Castelfranco, si fermerà solo a Camposampiero, mentre dall’8 giugno effettuerà tutte le fermate intermedie tra Padova e Camposampiero, con conseguente posticipo dell’arrivo a Montebelluna.
Fino al 7 giugno sarà garantito il servizio per le fermate intermedie, con i bus navetta che cesserà di circolare dall’8 giugno. Verrà inoltre attivato il servizio permanente Montebelluna – Padova, con partenza alle 8.16 e arrivo alle 9.01, utilizzando la traccia cadenzata del treno delle 6.48 da Belluno. La limitazione a Montebelluna e da Montebelluna è dovuta sia ai vincoli infrastrutturali della stazione di Belluno che alle norme sulla sicurezza ferroviaria.
Il nuovo treno «È un’ulteriore risposta alle criticità emerse o segnalate dopo l’entrata a regime del nuovo orario ferroviario cadenzato – sottolinea l’assessore regionale alle politiche della mobilità Renato Chisso – con l’obiettivo di offrire un servizio sempre migliore e all’altezza delle esigenze degli utenti, compatibilmente con i vincoli di tipo tecnico e finanziario esistenti. Non è la prima nè l’unica novità introdotta dopo l’avvio del “cadenzamento” – precisa l’assessore – e non sarà l’ultima: continueremo a monitorare la situazione e le richieste in modo da ottimizzare il sistema. Voglio ricordare che, a fianco di lamentele legittime e condivisibili alle quali vogliamo rispondere, permangono ancora posizioni aprioristicamente negative, ma continuano a crescere le espressioni positive per la nuova struttura del servizio e anche per i miglioramenti riscontrati in termini di coincidenze, puntualità e comodità. Io proseguo su questa strada».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui