Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

La Regione rivede l’orario cadenzato: una corsa anche al mattino per Padova

L’assessore Chisso accoglie le richieste dei pendolari e annuncia altre novità

MONTEBELLUNA. Torna il treno della notte sulla linea Padova-Montebelluna. Era stato cancellato con l’introduzione dell’orario cadenzato. Sarà limitato a Montebelluna e non proseguirà per Belluno come avveniva in precedenza. Partirà da Padova alle 22.46 e arriverà in città alle 23.30. Tornerà a circolare dal prossimo 18 maggio. E verrà introdotto anche un treno Montebelluna-Padova che partirà alle 8.16 e arriverà a Padova alle 9.01, utilizzando la traccia cadenzata del treno che avrebbe dovuto avere origine alle 6,48 da Belluno. La limitazione a Montebelluna e da Montebelluna delle due nuove corse è dovuta sia ai vincoli infrastrutturali della stazione di Belluno sia alle norme sulla sicurezza ferroviaria, per le quali non è possibile il ricovero notturno nel capoluogo provinciale del convoglio necessario ad effettuare i servizi da e per quest’ultima destinazione. «È un’ulteriore risposta alle criticità emerse o segnalate dopo l’entrata a regime del nuovo orario ferroviario cadenzato», sottolinea l’assessore regionale alle politiche della mobilità Renato Chisso, «con l’obiettivo di offrire un servizio sempre migliore e all’altezza delle esigenze degli utenti, compatibilmente con i vincoli di tipo tecnico e finanziario esistenti. Non è la prima nè l’unica novità introdotta dopo l’avvio del cadenzamento. Non sarà l’ultima: continueremo infatti a monitorare la situazione e le richieste in modo da ottimizzare il sistema. Voglio ricordare che, a fianco di lamentele legittime e condivisibili alle quali vogliamo rispondere, permangono ancora posizioni aprioristicamente negative, ma continuano a crescere le espressioni positive per la nuova struttura del servizio e anche per i miglioramenti riscontrati in termini di coincidenze, puntualità e comodità. Io proseguo su questa strada». Si tratta delle due corse che mancavano rispetto al precedente orario e che avevano suscitato tante polemiche.

Attualmente infatti da Padova per tornare a Montebelluna si può prendere al più tardi il treno delle 21.29 con arrivo alle 22.14. Mentre al mattino dopo il treno delle 7.11 il successivo treno diretto per Padova è alle 9.11. Un buco di due ore che penalizzava soprattutto studenti e lavoratori pendolari che dovevano recarsi a Castelfranco o a Padova.

Dal 18 maggio torneranno i due treni del mattino e della notte sulla tratta Montebelluna-Padova.

Enzo Favero

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui