Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Quasi 90 mila persone in Stazione a Mestre

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

10

mag

2014

 

Numeri da hub in attesa dei cantieri: 26 mila spostamenti negli orari di punta, tremila verso Venezia

86 mila persone utilizzano ogni giorno la stazione ferroviaria di Mestre secondo Trenitalia. Numeri da grande Hub della mobilità per la stazione che attende una profonda riqualificazione. Ai lavori di Grandi Stazioni dentro la stazione si aggiunge l’accordo di programma che, si spera, già entro il 19 maggio sarà approvato dal consiglio comunale, dopo il via libera di giunta comunale e commissione.

Una riqualificazione che parte da via Ca’ Marcello e arriva fino all’ex parco ferroviario e coinvolge società delle ferrovie, Comune, Regione e Immobiliare Favretti che alle ex Poste costruirà un albergo. Il 20 maggio al Candiani, saranno premiati i progetti presentati da giovani architetti per il concorso Europan 12. I 29 disegni saranno in mostra alla biblioteca di villa Erizzo.

Ieri gli assessori Andrea Ferrazzi (Urbanistica) e Ugo Bergamo (Mobilità) hanno diffuso i dati di una ricerca del febbraio 2013 condotta per il progetto europeo Railhuc sulla frequentazione della stazione di Mestre: 26 mila ingressi e uscite al giorno, tra le 6.30 alle 19.30; 26 mila persone che utilizzano Mestre come interscambio di viaggio.

Confermati gli 86 mila frequentatori giornalieri. E la curiosità di 3 mila persone al giorno che usano il treno per andare da Mestre a Venezia.

«È la stazione di Mestre il nodo fondamentale della mobilità in terraferma e anche Moretti (Ferrovie), ha garantito la realizzazione dell’alta velocità con Padova e Milano. Per questo è fondamentale mantenere qui a Mestre la fermata dell’alta velocità, evitando di spendere un miliardo di euro per il tunnel sotto la gronda lagunare per il collegamento con l’aeroporto», dice Ferrazzi. «L’aeroporto va collegato alla metropolitana di superficie mentre un collegamento ad alta velocità appare una scelta anomala», aggiunge il collega Bergamo. Insomma, la stazione di Mestre è strategica per la giunta Orsoni che sostiene la scelta del governo di realizzare l’alta velocità in affiancamento alla ferrovia, cancellando il passaggio sotto la gronda lagunare. L’80 per cento di accessi dei frequentatori della stazione avviene da viale Stazione, il 20 per cento da via Ulloa, accesso degradato. L’87 per cento dei passeggeri si dirigono subito ai binari, l’8 per cento arrivano da piazzale Favretti e il 13 per cento utilizzano il sottopasso per spostarsi tra Mestre e Marghera.

Negli orari di punta, il 32, 7 % delle persone arriva in stazione a piedi, il 32 per cento con i bus e il 26,6 % con l’auto. Gli spostamenti per lavoro e studio privilegiano la pedonalità e il trasporto pubblico. E quindi dalla stazione del tram, nel sottopasso, quindi i passeggeri potranno arrivare in stazione con un percorso coperto, promette Ferrazzi.

(m.ch.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui