Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

FOSSÒ – Il comune di Fossò è il comune “riciclone” di marzo della provincia avendo raggiunto l’80,6 per cento di raccolta differenziata. A dirlo sono i dati presentati da Veritas che hanno sancito il primato del comune rivierasco davanti a Cavallino-Treporti con l’80,13 per cento ed a Spinea con il 79,41 per cento. «Questo», spiega il sindaco Federica Boscaro, «conferma la validità della riorganizzazione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani avviata all’inizio del 2013». Ottimi risultati sono stati raggiunti anche da Campagna Lupia, quarta con il 79,09% e da Camponogara, quinta con il 78,96%, che hanno avviato a gennaio il nuovo sistema di raccolta unificato con Fossò. «I risultati raggiunti rappresentano un ottimo viatico per i comuni di Vigonovo e di Campolongo», precisa il sindaco, «che partiranno con il nuovo sistema dal luglio unendosi a Fossò, Campagna Lupia e Camponogara nel servizio gestito da Veritas con modalità e attrezzature comuni, per la tutela dell’ambiente e il contenimento dei costi».

(g.pir.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui