Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mirano. Il nuovo Mariutto pronto nel 2015.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

14

mag

2014

MIRANO – Via alla gara d’appalto per i lavori del padiglione che ospiterà 90 posti

La casa di riposo costerà 6 milioni: l’obiettivo è quello di aprire il cantiere ad ottobre

Il progetto è pronto e ora sono stati depositati anche gli atti ufficiali. Il CdA del Mariutto ha indetto la gara europea per aggiudicare i lavori relativi al nuovo grande padiglione da 90 posti, inizia dunque a prendere forma l’attesa ristrutturazione della storica casa di riposo miranese. La base d’asta è di 5.1 milioni di euro, i lavori dovrebbero durare non più di dieci mesi. Con la cessione di un appezzamento agricolo a Scaltenigo, nei mesi scorsi il Mariutto ha trovato i fondi necessari per dare il via ad un ammodernamento di cui si parla da anni. A febbraio il terreno è stato venduto a tre agricoltori miranesi per una somma da oltre due milioni di euro. Risorse importanti che vanno ad aggiungersi a tre milioni di finanziamento regionale e ad un milione di avanzo d’amministrazione del Mariutto: ecco come sono spuntati i sei milioni per il nuovo padiglione. «La struttura avrà tre piani con 90 posti complessivi – dichiara il presidente del Mariutto, Vincenzo Rossi -. In questi mesi tutti gli ospiti continueranno a stare negli attuali padiglioni, quando il nuovo edificio sarà pronto procederemo con l’abbattimento del padiglione Ortensia, che risale agli anni Sessanta e conta la metà dei posti rispetto a quello che andremo a realizzare». Dal punto di vista logistico il nuovo padiglione sarà sempre nello stesso complesso di via Miranese, a pochi passi dall’ospedale di Mirano, leggermente arretrato rispetto all’edificio attuale. In realtà il progetto è più ampio e prevede sia il restauro del padiglione Magnolia sia un importante adeguamento del Fontana, edificio dei primi del Novecento sottoposto a vincolo storico. In questo caso servirebbero altri sei milioni di euro: soldi freschi potrebbero arrivare da altri terreni in vendita a Mirano, Santa Maria di Sala e Musile di Piave. Ma ora l’attenzione è tutta sul nuovo padiglione: le offerte vanno presentate entro il 5 agosto, l’obiettivo è quello di aprire il cantiere in autunno per poi inaugurare il nuovo padiglione dopo l’estate 2015.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui