Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Premiate le botteghe storiche «Resistono ai centri commerciali»

Premiate dal direttore della Confesercenti Maurizio Franceschi e dal sindaco di Noale Michele Celeghin le botteghe storiche e di tradizione di Noale. Ad essere premiati ben 66 negozi storici della Città dei Tempesta oltre a 3 nominativi a cui è stata data la menzione speciale che sono l’Associazione Pro Loco di Noale, Giorgio Fascina e la cooperativa Giovani Ristoratori che gestisce lo storico Caffè Commercio da poco riaperto. «Troppo poco ci si ricorda delle attività del centro città in un momento storico – ha sottolineato il direttore della Confesercenti Maurizio Franceschi – in cui siamo bombardati dai centri commerciali e dalle aperture domenicali, che mettono in difficoltà i negozi di vicinato. La Confesercenti vuole dare un riconoscimento- ha concluso Franceschi- ai negozi del centro che costruiscono l’identità storica, culturale ed economica del territorio». «Abbiamo riconosciuto l’impegno delle attività commerciali noalesi – ha affermato il sindaco Michele Celeghin – un impegno che ha coinvolto più generazioni e che l’amministrazione comunale con la Pro Loco deve continuare a promuovere nell’ambito della specificità storica di Noale. Il prossimo intervento prevede l’installazione di un impianto d’illuminazione che coinvolge entrambe le piazze ed i portici per rendere ancora più bello il nostro Centro Storico». Premiati anche 3 collaboratori della Confesercenti Giovanni Scapin, Luigina De Pieri e Tiziano Scandagliato.

Luigi Bortolato

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui