Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia -Treno, bus e vaporetto con lo stesso biglietto

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

4

giu

2014

Actv e Sistemi Territoriali stanno per firmare l’accordo sul “sistema integrato”

Orari omogenei e abbonamento unico: «Se funziona lo allarghiamo a Trenitalia»

DOLO – Un servizio integrato fra Actv e Sistemi Territoriali che permetterà agli utenti di risparmiare un 10% su abbonamenti e biglietti e avere orari più fruibili da Venezia-Mestre in direzione della Riviera del Brenta e del Piovese fino ad Adria ( e viceversa). Ad annunciarlo è il presidente dell’Actv Luca Scalabrin che spiega come questo accordo sarà un modello anche per future intese con le Ferrovie dello Stato. «In questi giorni», spiega Scalabrin, «abbiamo messo a punto un accordo per poter creare una tariffa integrata, cioè un biglietto unico e un abbonamento unico, e di fatto un servizio unico con Sistemi Territoriali, la società della Regione che fa gestisce la linea ferroviaria Mestre-Adria. Vogliamo dare un servizio integrato simile a quello che si offre all’utenza nelle città europee dove i servizi ferroviari e automobilistici sono interconnessi. In questo modo per fare un esempio gli orari dei treni e le coincidenze con le vicine fermate dei bus, saranno studiate ad hoc e permetteranno a chi usa i mezzi di evitare di perdere inutilmente del tempo in attesa». Ma non solo. «Chi ad esempio », spiega Scalabrin, «salirà su un treno alla mattina per arrivare a Mestre o Venezia, userà un vaporetto e alla sera potrà tornare a casa con un bus Actv e viceversa con unico abbonamento o biglietto». In queste settimane una squadra di tecnici dell’Actv e di Sistemi territoriali hanno cercato di omogeneizzare gli orari di treni e bus. Ci sarà ovviamente anche un risparmio in termini economici per chi userà questo servizio. Lo scopo finale è di far usare di più i mezzi pubblici per evitare smog e code soprattutto nelle ore di punta. «È chiaro», dice Scalabrin, «che lo scopo finale è quello di togliere traffico dalle strade e l’ostacolo finora trovato per modificare le abitudini di lavoratori e turisti è che i servizi spesso sono poco integrati e per questo poco appetibili ». L’accordo che sta per essere definito con Sistemi Territoriali entrerà in funzione nel giro di qualche settimana e se funzionerà sarà proposto anche a Trenitalia sulla linea Venezia- Padova e Venezia-Bassano. Sistemi Territoriali nel frattempo sta lavorando all’intesa. «I tecnici di Actv e della nostra società», dice il presidente Gianmichele Gambato, «stanno studiando una proposta che porti in poco tempo alla realizzazione del servizio integrato che ci è stato proposto da Actv».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui