Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – “Troppi indagati, fermare la Via del Mare”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

12

giu

2014

MEOLO – Interrogazione di Pigozzo in Regione

MEOLO – Nonostante la bufera giudiziaria, la “Via del mare” Meolo-Jesolo continua il suo iter. «Fermatela» era la richiesta fatta alla Regione un anno fa, e che oggi ripete Bruno Pigozzo, consigliere regionale e vicepresidente della commissione Trasporti. «In Consiglio regionale – spiega Pigozzo – il governatore Zaia, passando in rassegna gli interventi prioritari delle opere interessate dalle ditte indagate, ha richiamato anche la “Via del mare” Meolo-Jesolo: un progetto del 2007, riconosciuto nel 2012 di pubblica utilità dalla Regione e con diritto di prelazione del soggetto proponente (le società “Adria Infrastrutture Spa”, “Strade del Mare Spa” e il consorzio “Via del Mare”), messo a gara nel 2013. Il 9 agosto 2013 avevo presentato un’interrogazione a Zaia per chiedere che quella gara fosse sospesa, dal momento che i responsabili di “Adria Infrastrutture” e Consorzio “Via del Mare” erano stati coinvolti nella inchiesta della Procura riguardante il Gruppo Mantovani. Ma ad oggi – conclude Pigozzo -, quella mia interrogazione è senza risposta e l’iter non è stato fermato. Zaia non può far finta di nulla, oggi che su quelle ditte continuano a gravare pesanti sospetti di corruzione”.

(e.fur.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui