Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

VIGONOVO – «Dopo anni di discussioni e contrasti, finalmente una buona notizia. Ho sempre sostenuto che il percorso dell’idrovia rappresenta l’unica vera via di fuga delle acque in eccesso che non trovano, in caso di piena, lo sfogo tramite i fiumi Brenta e Bacchiglione». È questo il primo commento dell’ingegnere idraulico Luigi d’Alpaos, uno dei massimi esperti di idrodinamica dell’Università di Padova, alla notizia dello stanziamento da parte della Regione di un milione e duecentomila euro per la redazione del progetto preliminare dell’idrovia Padova-Venezia. Da almeno dieci anni D’Alpaos porta avanti una battaglia mirata al completamento dell’opera sia come canale scolmatore delle piene d’acqua di Brenta e Bacchiglione, sia come canale navigabile. «Rivendico il merito di avere suggerito il completamento dell’idrovia anche per altri due importanti motivi – aggiunge D’Alpaos – L’opera si integra perfettamente nel progetto del sistema idroviario padano ed è di grande valore ambientale se si saprà associare una decente pianificazione del territorio circostante. Ma soprattutto il canale risulterà essere vettore di sedimenti e acqua dolce verso la laguna di Venezia per mitigare i processi di erosione che stanno sconvolgendo barene e velme, con la conseguente ricrescita del vecchio stato lagunare».

(v.com.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui