Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

INQUINAMENTO – Il gruppo “Partecipare Vittorio” vuole verificare l’eventuale pericolosità per l’uomo

I continui trattamenti alle vicine viti infastidiscono chi passa. E scatta la protesta.

Trattamenti antiparassitari dei vigneti che si trovano lungo la pista ciclabile del Meschio sotto accusa. «Ci sono arrivate alcune segnalazioni da parte di vittoriesi, frequentatori della pista ciclabile, soprattutto nei pressi dell’ex cartiera Galvani, che ci chiedono di verificare se i trattamenti sulle viti a ridosso della strada pedonale siano effettuati a norma di legge o meno» spiega il segretario di “Partecipare Vittorio”, Matteo Saracino, gruppo che ha subito deciso di attivarsi per fare luce sul caso. In queste settimane sono infatti in corso, come ogni anno, i trattamenti sui vigneti, coltura che scandisce alcuni trattati della ciclabile, in particolare il pezzo che dal quartiere di Meschio prosegue fino a San Giacomo di Veglia e attraversa un’area agricola che costeggia il fiume.
«Cercheremo di capire se questi pompaggi nascondano una tossicità o meno per la gente» promette il gruppo che, già in campagna elettorale, ha fatto della difesa e della tutela dell’ambiente uno dei suoi capisaldi. Sui trattamenti con pesticidi da tempo sono puntati anche gli occhi di molti cittadini, soprattutto di coloro che risiedono nell’area del prosecco, coltura che negli ultimi anni sta rappresentando un importante business per questo territorio.
«In questi giorni, in particolare ad inizio settimana, i trattamenti erano così intensi da rendere l’aria irrespirabile e impedire il corretto transito degli utilizzatori della pista ciclabile, di passaggio in quella zona – rivela Saracino -. Sarà nostra premura verificare se tutto sia effettuato entro i limiti imposti dalla legge, in quanto la ciclabile è molto frequentata in questo periodo sia da sportivi che da cittadini con i loro bambini e i loro animali».
«Sono stato informato e ora mi muoverò per verificare se il regolamento in materia sia rispettato o meno, a tutela della salute dei cittadini – afferma l’assessore all’ambiente Alessandro Mognol, già sostenuto come sindaco da Partecipare Vittorio – La questione in tema vigneti è delicata – aggiunge -, ho ricevuto anche segnalazioni di sbancamenti di terreni per far spazio a vigneti in alcune zone di Vittorio Veneto. Le segnalazioni dei cittadini ben vengano, poi saranno verificate».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui