Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Mira. Naviglio e Serraglio inquinati

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

30

lug

2014

Schiuma color giallo e odori nauseabondi: indagini dell’Arpav

MIRA – Inquinamento da materiali organici nel Naviglio e nel Serraglio a Mira. È successo ieri verso le 17.30 all’altezza di villa Widmann dove il canale Serraglio confluisce nel Naviglio del Brenta attraverso un percorso sotterraneo. «L’inquinamento è stato notato da diversi residenti», ha spiegato il comandante dei vigili urbani Mauro Rizzi, «Si trattava di una schiuma di color giallo, di odore nauseabondo che rapidamente ha invaso il Naviglio del Brenta di fronte a Villa Widmann e villa Valmarana. Di fronte a questa situazione abbiamo subito fatto intervenire i pompieri e abbiamo chiamato in aiuto i tecnici dell’Arpav». Sul canale sono state poste delle pannellature per arginare l’inquinamento che si è sviluppato per un tratto di 300 metri in direzione di Oriago. «L’inquinamento è stato prodotto con ogni probabilità da sversamenti in acqua di materiali organici», ha detto Rizzi. I primi controlli si sono concentrati quindi sugli scarichi delle aziende agricole a partire dall’area di Pianiga e Dolo da dove il Serraglio proviene. «Chi verrà identificato per aver compiuto un inquinamento di questa gravità», ha concluso il comandante dei vigili, «dovrà far fronte a conseguenze penali oltre che risarcitorie sul piano civile ». Non è la prima volta che nel corso degli ultimi giorni che si verificano casi di questo genere. Gli ultimi due sono accaduti nel canale di Oriago (un tratto morto del Naviglio) a Ca’ Sabbioni fra la rotonda della Rana e Malcontenta e nella stessa zona dello scolo Brentelle.

(a.ab.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui